La mano di coach Ettore Messina si vede e anche in maniera chiara. L’Olimpia Milano 2020/21 è “in stile Messina”. Una squadra che difende, alla morte, su ogni pallone e che, in attacco, sa sempre cosa fare. Non ci sono “prime donne” ma tutti sono importanti…

Grande spirito di squadra

I dati non mentono mai. L’Olimpia ha chiuso il girone d’andata al primo posto in campionato (una sola sconfitta) e, in Eurolega, il cammino è ben spedito, tanto che le Final Eight sono decisamente alla portata della squadra biancorossa. Il merito? Soprattutto di coach Ettore Messina che, oltre ad allenare alla grande, ha svolto egregiamente anche il ruolo di presidente del club, acquistando gli uomini giusti, quelli funzionali al suo gioco. L’Olimpia di oggi è un gruppo coeso, dove tutti si sentono importante. Dal Chacho Rodriguez, al capitano Andrea Cinciarini, ognuno ha il suo ruolo. Lo si nota con il gruppo degli italiani. Gigi Datome, a parte, gli azzurri vengono impiegati soprattutto in campionato ma tutti danno sempre il 110%. Come Paul Biligha, ultimamente molto utile alla causa biancorossa tra i confini nazionali. Tanto da meritarsi i complimenti dello stesso coach Ettore Messina…

Vorrei spendere due parole per Pual Biligha che sta diventano una presenza costante nelle ultime gare di campionato

Difesa asfissiante e tiro da tre

Si vede che coach Ettore Messina è stato assistant coach di Gregg Popovich ai San Antonio Spurs. L’allenatore azzurro ha perfezionato il suo credo cestistico. Attenzione massimale alla difesa e grande cura del tiro, possibilmente da effettuarsi da dietro l’arco. A livello di club, Ettore Messina ha vinto 29 trofei. Insomma, sa come si vince e, la sensazione, è che voglia continuare a farlo con la “sua” Milano. Qundi, tutti avvisati… L’AX di coach Ettore Messina non ha intenzione di fare prigionieri…