Il calcio non è un semplice sport, ma rivela spesso un lato romantico che non tutti però sanno comprendere ed apprezzare… Tra quelli che ci riescono possiamo includere, senza esitazioni, Lele Adani: l’ex difensore di Inter e Fiorentina ha sempre mostrato una profonda sensibilità, che va oltre il campo… A testimonianza della sua umanità, il noto commentatore Sky, nel corso di una diretta Instagram con Bobo Vieri, ha raccontato la commovente storia di Francesco, il ragazzo salvato dal pallone:

Nel febbraio 2004, ci stavamo preparando per giocare il ritorno di Coppa Italia contro la Juve. Mi chiama uno da Brescia e mi dice: ‘C’è un ragazzo che si chiama Francesco, che non si trova più. E’ un ragazzo di quindici anni, debole, fragile, con problemi a scuola, figlio di genitori separati e dopo aver assistito ad una lite in famiglia è scappato di casa’. Il giorno della partita, si presentò da me il suo patrigno, dicendomi che Francesco era tifoso interista e chiedendomi se noi potevamo fare qualcosa, magari Vieri che era il suo idolo… Non volevo disturbarti, Bobo, così, mi viene un’idea: chiamo i magazzinieri e gli chiedo di prepararmi una maglietta che avrei poi trovato il modo di mostrare davanti alle telecamere, ma il Dio del Calcio aveva già deciso tutto… Siamo sul 2-1 per la Juventus e il cronometro segna 94:35, quindi meno di trenta secondi al termine dei 5′ di recupero concessi dall’arbitro: tu vieni a ricevere una palla a centrocampo, io ti supero facendo una corsa senza senso al 95′, semplicemente guidato dalla coda di quella famosa cometa chiamata calcio