Quanto conosci Roberto Mancini? Fai il quiz e scopri il punteggio ottenuto!

  1. 1 Quale allenatore fece esordire in Serie A Roberto Mancini?

    1. Burgnich
    2. Maifredi
    3. Boskov
    Correct!
    Wrong!

    Burgnich!

    Il 13 settembre 1981, Roberto Mancini esordì in Serie A all'età di 16 anni contro il Cagliari, lanciato da Tarcisio Burgnich. 

  2. 2 Quale squadra sconfisse la Sampdoria di Vialli e Mancini in finale di Coppa dei Campioni '91-'92?

    1. Real Madrid
    2. Ajax
    3. Barcellona
    Correct!
    Wrong!

    Barcellona!

    I blucerchiati persero ai supplementari, per effetto di una punizione segnata da Koeman.

  3. 3 Quante presenze fece nel Leicester prima di appendere le scarpe al chiodo?

    1. 27
    2. 4
    3. 6
    Correct!
    Wrong!

    4!

    Arrivato alla corte delle Foxes nel 2001, Mancini scelse di ritirarsi dal calcio giocato dopo sole 4 presenze per intraprendere la carriera di allenatore. 

  4. 4 Quale fu la prima squadra che allenò?

    Bosnia Italia Probabili Formazioni
    1. Bologna
    2. Lazio
    3. Fiorentina
    Correct!
    Wrong!

    Fiorentina!

    Roberto Mancini ha esordito come allenatore sulla panchina della Fiorentina nel marzo del 2001.

  5. 5 Quanti scudetti ha vinto da calciatore?

    1. 2
    2. 3
    3. 6
    Correct!
    Wrong!

    2!

    Da calciatore, Roberto Mancini ha vinto 2 scudetti: uno con la maglia della Sampdoria e uno con la maglia della Lazio.

Quiz | Quanto conosci Roberto Mancini?

Created on
  1. Quiz result
    You scored
    Correct!
    Share Your Result
  2. Quiz result

    Forza Mister!

    You scored

    Hai risposto correttamente a 1 domanda su 5 ma sicuramente sei tra quelli che faranno il tifo per il Mister e per l'Italia agli Europei!

    Rimani aggiornato su StarSport: iscriviti gratis per ricevere i nostri aggiornamenti e non perderti quiz, sondaggi e pronostici!

    Share Your Result
  3. Quiz result

    Fan del Mancio

    You scored

    Conosci abbastanza bene la storia di Roberto Mancini e in più si vede che sei un fan del bel calcio!

    Rimani aggiornato su StarSport: iscriviti gratis per ricevere i nostri aggiornamenti e non perderti quiz, sondaggi e pronostici!

    Share Your Result
  4. Quiz result

    Sei il numero 1, anzi il numero 10!

    You scored

    WOW! 

    Sai davvero tutto su Roberto Mancini, complimenti!

    Ma la sfida continua, su StarSport: iscriviti gratis per ricevere i nostri aggiornamenti e non perderti quiz, sondaggi e pronostici!

    Share Your Result

Il Mancio è un fantasista. Lo era quando si inventava gol e assist spettacolari, lo è ora che propone un calcio fatto di palleggi ed eleganza, al servizio della rinascita azzurra. Per tutta la sua vita, lo sarà. Una vita in cui ha più volte legato il suo nome ad alcune bellissime pagine di calcio. Oggi è il condottiero che guiderà la Nazionale italiana ad Euro 2020, ma da sempre è una vera e propria Star dello Sport. Fai il quiz! Quanto conosci Roberto Mancini?

Bologna

Mi sono divertito a Bologna. In mezzo a gente allegra e spensierata, ma seria.

Nel 1977, Roberto Mancini da Jesi approda a Bologna. Era poco più che un ragazzino 13enne. 3 anni dopo, nel 1981, Roberto ha 16 anni ed ha già esordito in Serie A. Alla fine di quella stagione, giocherà tutte e 30 le partite. Non è un caso che, di recente, abbia postato una foto per fare al Bologna FC gli auguri per i 110 anni di storia. La didascalia parla chiaro: “Sei sempre nel mio cuore“.

Vecchio cuore blucerchiato

Per strapparlo al Bologna, il presidente Paolo Mantovani, pagò una cifra strabiliante per l’epoca (2 miliardi delle vecchie lire) aggiungendo come contropartita tecnica ben 4 giocatori! Saranno anni di emozioni indimenticabili come lo scudetto e la finale di Coppa dei Campioni. Saranno gli anni di Boskov, del tandem con Gianluca Vialli e di tanti gol: 118 in 352 partite. Saranno, alla fine, 15 anni che nessun vecchio cuore blucherchiato potrà mai dimenticare.

Tacco

1997. Roberto Mancini sceglie la Capitale. Sposa il progetto Lazio, decidendo di esserne il faro che illuminerà la conquista dei trofei più importanti. Il 17 gennaio del 1999, durante un Parma-Lazio, il Mancio fece un gol di tacco che tutti ancora ricordano.

Sinisa

Con quel gol si fece perdonare dall’amico Mihajlovic, arrabbiato per l’assist involontario con il quale il Mancio aveva regalato ai ducali il vantaggio con Crespo. Proprio Sinisa, gli fece un assist su calcio d’angolo, dal quale scaturì il meraviglioso gol.

QUIZ | QUANTO CONOSCI MAURIZIO SARRI?

Sven

Pensare che quel gol di tacco non ci sarebbe mai dovuto essere. Qualche settimana prima, Sven Goran Eriksson prese da parte il suo allievo prediletto e gli disse:

Roberto, ti sposto a centrocampo. Ma devi cambiare mentalità: niente colpi di tacco o giocate rischiose, perché se perdi palla in quella zona gli avversari sono subito in porta

Il Mancio, come detto, è un fantasista. Inizialmente obbedì, 2 settimane dopo però fece quella prodezza.

Vice-allenatore/giocatore

Qualche mese dopo, marzo 2000, Sven lo avvicinò di nuovo e gli disse che da quel momento sarebbe diventato ufficialmente il suo vice-allenatore. Anche se, Roberto, continuava a giocare e a segnare.

CT

Gianluca Vialli, Sinisa Mihajlovic, Attilio Lombardo. Sono tanti gli amici che Roberto ha dentro e fuori dal campo. Tanti sono anche i “rivali” che, forse, oggi ricorda con affetto. Uno su tutti? Quell’Azeglio Vicini che ai Mondiali di Italia ’90 non gli fece giocare neanche un minuto. Ora il Commissario Tecnico è lui e, senza dubbio, sa cosa vuol dire fare determinate scelte.

Balo

Come quando sceglie di convocare o non convocare uno dei suoi pupilli, in qualche modo anche un suo ‘protetto’: Mario Balotelli.
Il Mancio e Balo, dall’Inter alla Nazionale passando per il City tra incomprensioni e atti d’amore. Professionisti sempre, nemici mai.