La provincia, la gavetta, la metropoli e le insidie del calcio moderno. Così diverso da quello dei campi di terra battuta in cui ha iniziato. E poi il Sarrismo, i presidenti padroni e i presidenti tifosi. I soprannomi, la scaramanzia e le icone da allenare. Il gol e l’autogol di Koulibaly, lo scudetto “perso in albergo”, le conferenze stampa al vetriolo.

E tu, quanto conosci Maurizio Sarri? Fai il Quiz per scoprirlo!

  1. 1 Quale panchina condivise con Conte nella stagione 2006/2007?

    1. Arezzo
    2. Siena
    Correct!
    Wrong!

    Arezzo!

    Antonio Conte e Maurizio Sarri si avvicendarono sulla panchina dell'Arezzo, in Serie B, nella stagione 2006/2007. Sarri subentrò al tecnico leccese, che venne poi richiamato nella seconda parte del campionato. Ironia della sorte: entrambi non riuscirono a salvare la squadra toscana, che retrocedette.

  2. 2 Chi è lo scrittore preferito di Sarri?

    1. Federico García Lorca
    2. Charles Bukowski
    Correct!
    Wrong!

    Charles Bukowski!

    In una intervista, Sarri ha dichiarato:

    "Ho sempre amato Bukowski, maestro del “realismo sporco” dalla passione viscerale, quasi un pensiero fisso, per la scrittura, un tipo irriverente, aspro, poco incline al formalismo".


  3. 3 In che anno lasciò il lavoro di banchiere per dedicarsi esclusivamente al calcio?

    1. 1997
    2. 1999
    Correct!
    Wrong!

    1999

    Nel 1999, Sarri lasciò il suo impiego in banca e decise di proseguire esclusivamente la carriera da allenatore per diventare un professionista. Quell'anno era alla guida del Tegoleto, in Eccellenza.

  4. 4 Per scaramanzia, imponeva ai giocatori di indossare scarpe di colore...

    1. Bianco
    2. Nero
    3. Rosso
    Correct!
    Wrong!

    Nero!

    Durante i primi anni di carriera, per scaramanzia, Sarri imponeva a tutti i calciatori di utilizzare solo scarpe di colore nero pena l'esclusione dei titolari. Molti dei suoi ex giocatori hanno ridipinto le scarpe di altri colori con uno spray, pur di giocare. 

  5. 5 Quando allenava i dilettanti il suo soprannome era

    1. Il Banchina
    2. Mister 33
    Correct!
    Wrong!

    Mister 33!

    Leggenda vuole che un giornalista lo soprannominò Mister 33, come il numero dei suoi schemi da calcio d'angolo...

Quiz | Quanto conosci Maurizio Sarri?

Created on
  1. Quiz result
    You scored
    Correct!
    Share Your Result
  2. Quiz result

    Sarriball

    You scored

    Wow! Si vede che ti rivedi nel gioco spettacolare di Sarri, al punto da conoscere aneddoti e curiosità che riguardano il Mister! 

    Share Your Result
  3. Quiz result

    Sarrismo

    You scored
    Maurizio Sarri

    Complimenti! Per te, Maurizio Sarri è un vero e proprio generale. Sei in prima linea nell'esercito del Sarrismo e sai tutto su di lui!

    Share Your Result
  4. Quiz result

    Sarrivederci!

    You scored

    Una sola risposta corretta? Non preoccuparti? Come insegna Mister Sarri, la giusta gavetta è ciò che serve per ottenere i migliori risultati! Riprova a fare il quiz con più attenzione!

    Share Your Result

Maurizio Sarri è uno degli ultimi amanti del calcio, inteso come gioco più bello del mondo. Un condottiero che ha scelto la battaglia più difficile: imporre il suo stile e la sua idea di futbol nella grande metropoli. Prima Londra, ora Torino sponda Juve. Quella meno amata nella città in cui è nato e di cui si è fatto portavoce per 3 lunghi e meravigliosi anni in panchina.

Maurizio trascorre l’infanzia tra Lovere (provincia di Bergamo) e Figline Valdarno (provincia di Firenze). Ma sulla carta d’identità c’è scrittoNato a Napoli, il 10 gennaio 1959“. Già, perché Maurizio è figlio di un operaio toscano che per lavoro si è trasferito a Bagnoli e che ogni mattina timbrava il cartellino negli stabilimenti dell’Italsider.

Sliding doors

Per essere un grande allenatore, devi girare il mondo. Conoscere gli avversari, apprezzare gli alleati. Ma può anche capitarti di dover girare il mondo per fare un altro mestiere. Quello di banchiere, che facevi prima di diventare un allenatore professionista e dire:

Poi ho scelto come unico mestiere quello che avrei fatto gratis. Ho giocato, alleno da una vita, non sono qui per caso. Mi chiamano ancora l’ex impiegato. Come fosse una colpa aver fatto altro.

Non è una colpa, Maurizio. L’ex impiegato della Banca Toscana con un curriculum ricco di esperienze all’estero, ha conosciuto Londra da giovane: si occupava di transazioni tra grandi istituti sull’asse Italia-Estero. Poi, la svolta fino ad arrivare alle transazioni sull’asse Jorginho-Higuain (o Pjanic – Ronaldo, se preferite).

LEGGI ANCHE LA PANCHINA DI SARRI

“Chi sa solo di calcio, non sa niente di calcio”

L’autore di questo “aforisma” è un certo Josè Mourinho. Un aforisma che diventa un vestito perfetto per la carriera di Sarri. L’unico che indosserebbe volentieri oltre la tuta, aggiungiamo noi.