Va in scena oggi, alle 21.00, il big match tra Real Madrid e Olimpia Milano, due squadre che sognano di arrivare fino in fondo in Eurolega. Una sfida che, conti alla mano, profuma di Final Four.

La corazzata blanca

Il Real Madrid è una delle squadre più prestigiose d’Europa. Nonostante l’addio di Facundo Campazzo e l’infortunio ad Anthony Randolph (fuori per tutto il resto della stagione), i blancos continuano a confermarsi una corazzata. Prima nel campionato spagnolo (dove ha perso una sola partita su 17 disputate) e reduce da sei vittorie consecutive in Eurolega, il Real Madrid non fa prigionieri. Coach Pablo Laso ha diversi giocatori acciaccati (in particolare Rudy Fernandez e Sergio Llull) ma ha appena ricevuto in regalo dalla società un rinforzo el calibro di Alex Tyus (esordirà proprio contro Milano). Dall’altra parte, problemi per coach Ettore Messina che deve rinunciare a Shevon Shields e Vlado Micov. Due assenze che costringeranno l’allenatore dell’AX ha fare qualche cambio a livello di rotazioni…

Affrontiamo un grande avversario che nonostante le perdite di Facundo Campazzo e Anthony Randolph ha continuato ad avere un rendimento molto elevato. E’ una squadra profonda ed esperta che purtroppo affrontiamo senza Shavon Shields e Vlado Micov il che ci costringerà a reinventare il piano partita

Precedenti poco incoraggianti…

Dal 2000, l’Olimpia Milano è riuscita a vincere solo due volte (su 17 gare) contro il Real Madrid. Non dei precedenti incoraggianti. Tuttavia, come dimostrato più volte in questa prima parte di stagione, i biancorossi sono diventati ormai una squadra di alto livello che può giocarsela con tutti in Europa. Battere il Real Madrid darebbe ancor più fiducia all’AX, sempre più lanciata verso una stagione da protagonista sia in Italia che in Europa. Ovviamente ci si aspetta una super prova dal Chacho Rodriguez, ex del match…