Nella storia dell’NBA, difficile trovare un tiratore più elegante e preciso di Ray Allen. Il due volte Campione NBA è considerato un esempio per la pulizia del suo tiro…

Nessuno come lui da tre…

Classe 1975, Ray Allen è il giocatore che ha segnato più canestri da tre punti nella storia dell’NBA (ben 2973). Un record conquistato in 19 anni di onorata carriera, indossando le casacche di Milwaukee Bucks, Seattle Sonics, Boston Celtics e Miami Heat. La sua abilità al tiro è sempre stata motivo di ispirazione per tutti. Non a caso, è soprannominato Candy Man (il venditore di dolci) per l’eleganza nel tiro. Talento puro? No, Ray Allen, diventato un Hall of Famer nel 2018, ha un’altra idea…

Non ho mai creduto nel talento ma ho sempre lavorato duramente, tutti i giorni, per diventare sempre più preciso al tiro…

Steph Curry lo insidia…

Ray Allen sa perfettamente che, prima o poi, il suo record di canestri da tre segnati (2973) verrà superato da un certo Steph Curry. L’asso dei Golden State Warriors è già in seconda posizione e corre veloce per raggiungere e superare il due volte Campione NBA (con i Boston Celtics nel 2008 e al fianco di LeBron James, ai Miami Heat, nel 2013). Anche quando il primato non sarà più suo, non cambierà il giudizio su Ray Allen, il tiratore più speciale che si sia mai visto su un campo NBA… E poi c’è sempre quel tiro da tre punti alle Finals del 2013 tra Miami Heat e San Antonio Spurs. Un tiro che è rimasto nella storia del gioco: “Riuscite a ricordare un tiro così importante? Gli Spurs sono sul punto di vincere il titolo. Se Ray Allen sbaglia quel tiro per noi è finita“, il ricordo di Dwayne Wade, suo compagno in quegli Heat.